Diciassettesima Edizione

 

12 SETTEMBRE 2024 - ore 19:30

VILLA DELLE GINESTRE - TORRE DEL GRECO (NA)

 

Il premio “La Ginestra” 2024

è stato assegnato a:

ANTONELLA ANEDDA

 

   

 

Antonella Anedda rappresenta una delle espressioni più originali della poesia italiana contemporanea. I versi e le prose che compongono la sua opera danno voce, immagine, memoria a situazioni essenziali dell’anima moderna. Assumono le ferite che ogni storia e ogni esistenza portano con sé e le danno forma attraverso suoni, parole, espressione.

 

Una delle raccolte che riassumono la sua vocazione si intitola Historiae (2018): un richiamo trasparente a Tacito e agli orrori che le epoche portano con sé e che si ripetono, come in un incubo senza fine. Assumendo la funzione propria della grande lirica, la poesia di Anedda esige la responsabilità di conservare la memoria dei perduti, degli stranieri o dei prigionieri tempestati di spine. La sua lirica ascolta l’eco di altri autori; si appropria della loro cultura e delle loro parole; le rianima come “il vero suono di voci altrimenti perdute”. Osip Mandel’štam o Wisława Szymborska, Philippe Jaccottet o Elizabeth Bishop sono compagni di viaggio del suo cammino. Sono le voci che si fondono in un linguaggio unico, pensato come un organismo vivente, precario, mobile, carico di potenzialità (Anedda).

Giacomo Leopardi ha un ruolo vitale in questo intreccio di voci. Uno degli ultimi libri di Anedda evoca nel titolo stesso il legame con l’autore della Ginestra: Le piante di Darwin e i topi di Leopardi del 2022. Lo scienziato dell’Origine della specie e il poeta della Ginestra ma anche dei Nuovi credenti e dei Paralipomeni della Batrachiomachia stanno insieme. Li avvicina “l’atteggiamento antiantropocentrico”, proprio del “Leopardi meno codificato, il più contraddittorio e proprio per questo aperto al dubbio, materialista, pessimista ma solidale, ironico ma pietoso”. Il “rifiuto dell’arroganza, la possibilità di trasformarsi proprio nell’errore, la compassione come elemento potenzialmente evolutivo sono le terre contigue” in cui gli autori si incontrano e dialogano.

Non è irrilevante che in un passo di un’altra opera, Geografie (2021), Antonella Anedda ricordi precisamente questo spazio, Villa delle ginestre, e ne faccia un simbolo di incanto, sopravvissuto dentro il tempo avvelenato che è il nostro:

"avevamo visitato la villa vicino a Napoli dove Leopardi aveva abitato. Da un balcone laterale si potevano quasi toccare le ginestre e le zolle sulfuree del Vesuvio.

I giardini con i limoni delle ville erano finiti, finite le case. L’ingresso era uno spiazzo marrone con un coperchio di freddo, ma era un dicembre mite e i custodi due uomini e una ragazza, dopo aver staccato i biglietti, sostavano sotto un sole abbastanza tiepido da scaldare, ma velato.

(Forse, ma chi può dirlo? uno di loro osservava quanto diversi siano i verdi di un albero e un cespuglio, come il cielo si scaldi dal celeste a un’aria più fonda azzurro cupo, il grido di un uccello, il rumore di una macchina lontana.)

Tanta bellezza e non troppo lontano un uomo sgozza un altro uomo, crede ci sia qualcosa da insegnare alla terra su cui sputa".

 

Bellezza da custodire e da difendere contro l’ombra perenne della violenza. Villa delle ginestre, nell’evocazione di Anedda, può diventare anche il simbolo della vita che non soccombe al male e lascia la traccia di un’humanitas da difendere contro tutto: Noi siamo effimeri, caduchi, eppure… Forse la poesia è in questo «eppure» che esorta, senza imporre, alla difesa di un paesaggio, di un linguaggio, fragili, minacciati (Anedda).

 

Il premio “La ginestra” assegnato ad Antonella Anedda vuole testimoniare la fecondità della prospettiva con cui interpreta l’avventura intellettuale e poetica di Giacomo Leopardi.

     





 
 
   
     

 

     


 


 

Organizzazione

Rotary Club Torre del Greco e Comuni Vesuviani

 

 

Risultati immagini per logo università federico II napoli

Università degli Studi di Napoli "Federico II"

 


 

Con il contributo della

Banca di Credito Popolare

di Torre del Greco

 

 

 

 


e le sponsorizzazioni tecniche di:

 

 

 

 

 

Rdr S.p.A Società Benefit

 


 

Casa Rossa 1888

Albergo e Ristorazione